Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 15 Settembre - ore 08.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

A Castello di Carro una serata ricordo per il maestro Mainardi

indimenticabile
A Castello di Carro una serata ricordo per il maestro Mainardi

Cinque Terre - Val di Vara - Erano gli ultimi anni '80, quando Fernando Mainardi, musicista Genovese di fama internazionale, si trasferì definitivamente a Castello, il piccolo paese del Comune di Carro. Il Maestro frequentava il piccolo borgo già dalla fine degli anni '50 e si sentiva "Castellino" a pieno titolo, tant'è che compose anche una canzone intitola "T'amo Castello". Dopo il trasferimento, decise di dedicare una parte del suo tempo al Paese. Fondò un Centro Lirico Culturale "Alta Val di Vara" e, per qualche hanno, prese la presidenza della locale Pro Loco. Proprio negli anni di presidenza della Pro Loco il Maestro Mainardi che, oltre ad essere un grandissimo musicista era anche una buonissima forchetta, inventò quella che per diversi anni fù la festa di fine luglio, conosciuta da tutti con il nome di "Festa del Gargantua", una festa che già dal nome non lasciava spazio alle interpretazioni, una vera e propria festa per il palato. Mainardi era molto legato alla Val di Vara dove, dalla fine degli anni '80 e sino alla sua scomparsa ha organizzato concerti, ha seguito diverse corali, ha inciso due compact disc dedicati a Sant'antonio maria Gianelli e ha intradato alla musica molti giovani. Carro era la sua terra e la sentiva tale, anche per il legame con il grande Niccolò Paganini del quale fù grande interprete al pianoforte in memorabili concerti con il grande violinista Genovese Renato de Barbieri o con Yehudi Menuhin. Il legame con Carro e con Castello (paese natale della moglie) è stato talmente forte che Mainardi, dopo aver diretto le Orchestre nei più grandi teatri del mondo, dopo aver lavorato e inciso un Album con il grande Tenore Mario Del Monaco, dopo aver scritto una canzone per il Festiva di Sanremo, dopo aver composto le colonne sonore di sceneggiati Rai, ha deciso di trascorrere gli ultimi giorni della sua vita a Castello, dove oggi riposa nel piccolo cimitero del paese. Ma tutto questo a Castello e a Carro è sempre contato relativamente poco, perché Fernando, era semplicementequell'omone mansueto che suonava l'organo in chiesa alla domenica e che aveva sempre un sirriso e una battuta in genovese per tutti. Quest'anno ricorre il decennale dalla scomparsa del Musicista e il paese di Castello ha deciso di ricordare la Figura di Fernando Mainardi riproponendo una versione aggiornata del "Gargantua" alla quale seguirà la proiezione di un filmato creato dal Dott. Paolo Faravelli, già Direttore Amministrativo dell'Ospedale Giannina Gaslini, grande amico del Musicista Genovese. Già nel 2014 Castello aveva celebrato il Maestro con il "Mainardi Art Festival" in occasione dei 90 anni dalla nascita. La serata si svolgerà venerdì 19 luglio alle ore 19.30 a Castello di Carro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News