Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Agosto - ore 20.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

“Notte della poesia”, astri nascenti e versi in inglese in onore di Montale

Presentata la seconda edizione dell'iniziativa, inserita nel programma di "Monterosso: un mare di libri".

Il 9 agosto a partire dalle 18
“Notte della poesia”, astri nascenti e versi in inglese in onore di Montale

Cinque Terre - Val di Vara - Monterosso omaggia Eugenio Montale con la seconda edizione della “Notte della poesia”, evento che fa parte del programma della rassegna “Monterosso: un mare di libri” e che crea un filo di congiunzione tra i versi del vate Premio Nobel del 1975 e i rappresentanti della moderna scena poetica italiana.

L'appuntamento è per giovedì 9 agosto dalle 18 alle 24 al Molo dei Pescatori. Si approfondirà il rapporto di Montale con il paesaggio delle Cinque Terre. “Meriggiare pallido e assorto”, “La Casa dei Doganieri”, “La punta del Mesco” e “I limoni”, sono i versi di Montale che trovano ispirazione nelle Cinque Terre.
Con la “Notte della poesia” si può ritrovare quella natura, i sentieri e il mare protagonisti dei versi del Premio Nobel per la letteratura. Lo scenario straordinario in cui ci si immerge è in gran parte ancora intatto, non a caso Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 1997 e meritevole di protezione ambientale con l’istituzione del Parco Nazionale e la sua Area Marina Protetta nel 1999.
L’iniziativa è stata presentata questa mattina in Provincia da Marco Ferrari, coordinatore di “Monterosso: un mare di libri”, Filippo Lubrano, direttore artistico della “Notte della poesia” e Carlo Torricelli del Parco Letterario “Eugenio Montale”.

Il palcoscenico della serata sarà il paese vecchio di Monterosso, con la Passeggiata letteraria che si concluderà a Buranco dove sono presenti i limoni che ispirarono il grande poeta. Meritano una menzione particolare le performance di Gaia Ginevra Giorgi, considerata una delle figure emergenti del panorama poetico italiano, e lo spettacolo “Poesie per Golfi e Porti (Poems for Gulfs and Harbors)” con le letture di Lubrano e le musiche di Manuel Picciolo, che è stato previsto in lingua inglese così da poter avvicinare i numerosi turisti che affollano Monterosso in questo periodo, rendendo loro più accessibile questo momenti di svago e di cultura.

Il programma della serata
ore 18 al Molo dei Pescatori apertura stand del vino e della panizza
ore 18.30 in Piazza Garibaldi ritrovo della passeggiata letteraria organizzata dal Parco Letterario “Eugenio Montale” in collaborazione con il Parco nazionale delle Cinque Terre: “I luoghi delle estati lontane”
ore 19 Molo dei Pescatori Performance di Gaia Ginevra Giorgi: “Manovre segrete”
ore 21.30 “Poesie per Golfi e Porti (Poems for Gulfs and Harbors)” di Filippo Lubrano con Mappo (Manuel Picciolo)
ore 22.30 “La natura nella poesia di Montale” di Carlo Torricelli. Letture di Riccardo Monopoli.

Il dettaglio degli eventi
Passeggiata letteraria
Conducono il percorso Carlo Torricelli, Naturalista, e Cristina Currarini, Letterata, entrambi di Monterosso.
Durata: 1 ora e mezzo circa 
Percorso: Si parte dal centro di Monterosso, si risale verso San Francesco, passando per il Convento dei Cappuccini e si ridiscende tra vigneti e orti di limoni in località Buranco, fino raggiungere nuovamente il cuore del borgo, tra letture di poesie, aneddoti, cenni storici e leggende locali sui luoghi abitualmente percorsi e descritti dal poeta. Obiettivo è quello di far rivivere quelle sensazioni così magistralmente descritte da Montale prendendo spunto dalla natura delle Cinque Terre.
Luogo di ritrovo: ore 18,30 Piazza Garibaldi 
Modalità di partecipazione:  La partecipazione ai percorsi è gratuita, su prenotazione (max 25 partecipanti).
Per partecipare alla passeggiata letteraria intitolata “I luoghi delle estati lontani” si consiglia di prenotare telefonando al numero 339 8340911.

Performance di Gaia Ginevra Giorgi: “Manovre segrete”
“La poesia di Gaia Ginevra Giorgi è tellurica, sinestetica e carnale”. Così è sintetizzata l’essenza di un’opera poetica che travolge il lettore in un turbinio di visioni, aperture verso un io che sa essere sensuale, come una “bocca calda e bagnata”, ma anche voce “dei ricordi più crudeli”. La poetessa, come riporta Claudio Pozzani nella prefazione, “in questa raccolta riesce a presentare le diverse anime che la abitano e che, parafrasando un suo verso, si attorcigliano come serpi alla ricerca del punto concentrico, dando vita a un unico solido tronco. In questo viaggio sconfinato tra luce e ombra e tra elevazione e caduta, che inizia con un respiro ingrossato lungo una salita e termina con un pugno di sassi gettati in un pozzo, l’autrice semina il percorso di enigmi che probabilmente non cercano risposta ma solo, forse, di continuare a porsi delle domande”.

Gaia Ginevra Giorgi, nata ad Alessandria nel 1992, è una giovane poetessa piemontese alla sua seconda raccolta poetica. Laureata in Filosofia presso l’Università degli Studi di Torino, vive a Bologna dove studia presso la Scuola di teatro “Alessandra Galante Garrone”. Dopo anni di sperimentazione, in campo letterario e musicale, pubblica Sisifo nel 2016 (Alter Ego Edizioni), sua prima raccolta poetica e performance sonorizzata itinerante, che fa da ponte tra le discipline artistiche che più le sono care: poesia, teatro e musica. È del 2017 la sua seconda raccolta, Manovre segrete, edita da Interno Poesia.

Poesie per Golfi e Porti (Poems for Gulfs and Harbors)
Lo spettacolo è un viaggio, che tocca i Grandi Classici con letture da Byron, Montale, Patroni, e che arriva fino alla contemporaneità, fino a Bertolani e al "fenomeno" dei Mitilanti. Il plot dello spettacolo sarà in inglese, mentre le poesie saranno sia in inglese che in italiano, con incursioni anche nel dialetto spezzino.

Filippo Lubrano, 34 anni, è membro del collettivo dei poeti performativi dei Mitilanti, giornalista e romanziere spezzino. Il suo ultimo romanzo, edito da Leucotea, è “Radici Aeree”, interamente ambientato in Asia.

Manuel Picciolo, 28 anni, è un polistrumentista spezzino, primo classificato alla sezione Nuove Proposte del Premio Lunezia 2015 con la canzone "Pregherò".

“La natura nella poesia di Montale”
Viaggio con immagini e parole nella poesia e nella natura descritta da Montale a cura di Carlo Torricelli. Letture di poesia da parte dell’attore spezzino Riccardo Monopoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News