Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Novembre - ore 21.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Droga nei boschi tra Calice e Beverino, pusher in manette

carabinieri appostati
Droga nei boschi tra Calice e Beverino, pusher in manette

Cinque Terre - Val di Vara - Spacciava nella boscaglia tra Calice al Cornoviglio e Beverino. Tra rami e pianti celava anche un tesoretto che avrebbe potuto fruttare un gruzzolo da 1.400 euro. E' finito con le manette ai polsi il fine settimana di un pusher fermato dai carabinieri di Sarzana e dell'Aliquota operativa dopo una serie di appostamenti.
Proseguono le quotidiane attività dei Carabinieri della Compagnia di Sarzana, nel contrasto allo spaccio di stupefacenti.
La paziente ricerca a tappeto ha consentito ai Carabinieri, dopo rastrellato il bosco e i dirupi, di trovare un bivacco occultato nella fitta macchia. Il ricovero di fortuna era stato allestito da un 23enne di origini nord africane, disoccupato e già noto per precedenti episodi di spaccio, come luogo d’incontro con giovani tossicodipendenti della Val di Magra per vendere loro cocaina ed hashish.
Alla vista dei carabinieri, il giovane ha tentato di fuggire, ma a nulla è valso cercare riparo nella fitta boscaglia, perché è stato inseguito e subito bloccato dai militari, che non si sono fatti cogliere di sorpresa, aspettandosi una mossa del genere.
Sottoposto a perquisizione personale, il pusher è stato trovato in possesso di 14 grammi di cocaina e 16 di hashish, destinati ad essere suddivisi in dosi pronte per essere spacciate sul mercato al dettaglio degli stupefacenti della Val di Magra. Avrebbero potuto fruttare fino a 1.400 euro di illecito guadagno.
L’uomo è stato trovato in possesso anche di un bilancino di precisione, che usava per dosare la droga, e di vario materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi, nonché di 220 euro contanti, ritenuti provento dell’ attività di spaccio, e di un coltello a serramanico illecitamente portato, che i militari hanno sequestrato assieme alla droga ed al denaro.
I Carabinieri lo hanno quindi dichiarato in arresto per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e denunciato per il possesso del coltello.
Dopo una notte trascorsa in caserma, l’uomo è stato condotto davanti al Giudice della Spezia, che ha convalidato l’arresto ed applicato nei suoi confronti il divieto di dimora nella provincia della Spezia, rinviando il processo alla metà del mese prossimo.
Rischia la condanna ad una pena superiore a 4 anni di reclusione ed una multa di oltre 10.000 euro per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e porto illegale di armi o oggetti atti ad offendere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News