Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Novembre - ore 14.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Volontari da 850 ore in un mese. E quel povero rapace...

Il prezioso contributo dei gruppi antincendio arrivati alle Cinque Terre dalla Lombardia.

Parco
Volontari da 850 ore in un mese. E quel povero rapace...

Cinque Terre - Val di Vara - Ci sono i Lombardi alla prima crociata, fatti risuonare da Giuseppe Verdi, e ci sono i lombardi del servizio antincendio boschivo che si danno da fare per il bene delle Cinque Terre. Sono venti i volontari arrivati quest'estate dalla Lombardia per operare all'interno del Parco nazionale: 850 ore, dal 4 agosto al 9 settembre, in collaborazione con i Carabinieri forestali. Quattro le organizzazioni coinvolte: la capofila Gruppo antincendio Lombardia di San Caprino bergamasco, Squadra volontari antincendio Valgandino, Avpc Pradalunga e Cvpc Vertova, tutte con sede nella provincia di Bergamo. “Il servizio effettuato – spiegano i volontari nel consueto report di fine stagione - è stato principalmente di prevenzione e avvistamento incendi dalle strade panoramiche frequentate dai numerosi turisti, ai quali è stato dato un supporto logistico alle numerose richieste di info viabilistiche, trasporti, sentieri ecc”.

Il lavoro dei quattro gruppi non è stato quindi soltanto fatto di segnalazione di incendi. Da mettere a referto anche rimozioni di alberi e detriti per ripristinare la viabilità, l'aiuto ad automobilisti – ora impantanati, ora in avaria -, senza dimenticare lo sfalcio di vegetazione infestante, la segnalazione di rifiuti abbandonati, il monitoraggio degli idranti e un trasporto di acqua per i servizi igienici al Santuario della Madonna di Reggio, complice la temporanea interruzione della fornitura idrica. Tra gli interventi uno ha tinte davvero meste: era il 13 agosto quando i volontari lombardi hanno soccorso un esemplare di sparviere caduto a terra nel borgo di Manarola. Il rapace non presentava ferite, anzi sembrava in buona forma. Eppure, prontamente consegnato ai Carabinieri Forestali, l'animale è spirato poco dopo. Anche alla luce della morte, qualche giorno prima, in simili circostanze, di un altro sparviere, per scrupolo è stata richiesta dai Carabinieri Forestali una verifica all'Istituto di Zooprofilassi. Attualmente il Comando, guidato dal tenente colonnello Silvia Olivari, è in attesa degli esiti degli esami. Non è da escludere che i poveri animali siano morti a causa delle alte temperature, ma ogni dubbio sarà fugato una volta arrivati i risultati degli accertamenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News