Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Dicembre - ore 22.51

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Volastra è circondata da frane, rischia l'isolamento

Nuovi segni di smottamento sulla Litoranea per la Spezia, finanziati ma non iniziati i lavori sulla strada dei Santuari. Rimangono aperte solo due corsie per raggiungere questo pezzo di paradiso.

un territorio difficile
Volastra è circondata da frane, rischia l'isolamento

Cinque Terre - Val di Vara - Il rischio è di dover andare a piedi. Come facevano, piana per piana, i nonni di chi ancora vive a Volastra. Abbarbicata in alto sopra a Manarola, un paradiso accerchiato dalla frane con il rischio che un capriccio del cielo e un movimento della terra la isolino dal resto della costa. Nella peggiore delle ipotesi, le Cinque Terre tagliate in tre tronconi con quello centrale, il più piccolo, proprio in corrispondenza del paese che ha fatto del vino uno stile di vita da secoli. E' quello che è quasi successo nel giugno del 2016 quando si verificò lo smottamento della Zorza che interruppe la Litoranea verso la Spezia.

Allora per raggiungere il capoluogo bisognava incunearsi a metà Val di Vara e spuntare a Pignone prima di girare in direzione del golfo. Una "scorciatoia" che raddoppiava almeno la percorrenza in fatto di chilometri e ancora di più in fatto di tempo visto il tracciato rallistico. L'eredità di quell'evento è il semaforo che ancora regola l'unica corsia a picco sul mare, due anni dopo il fattaccio e con soldi già spesi per una prima messa in sicurezza del versante. Una rete paramassi che però ha risolto solo in parte il problema. Il fortunale di un mese fa ha lasciato un'altra ferita proprio a fianco del primo rattoppo. Ancora la terra che crolla e un grosso tronco minaccioso che penzola sulla provinciale 370.

I lavori dovevano ripartire la scorsa primavera per completare l'opera che ora appare davvero urgente. Tanto più che anche l'altro sfogo da Volastra verso il resto del mondo vive nella precarietà. A Pianca e Fontanelle si viaggia anche in questo caso su una sola corsia tramite semaforo lungo la provinciale 51. In questo caso è la Regione ad aver messo il grosso dei fondi per riaprire del tutto l'arteria: 300mila euro da Piazza de Ferrari più altri 90mila dalla Provincia che ha sempre più difficoltà ad operare. Le associazioni e i residenti hanno scritto più volte per ottenere la sicurezza di non rimanere isolati. Chiusi in un eremo: di fronte al mare e con le spalle alla montagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News