Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 23 Settembre - ore 13.07

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Terrazzamenti nell'albo del ministero e nelle parole di Sereni

L'ente Parco fa partire la candidatura: "Elevato valore paesaggistico, storico e culturale".

domanda inoltrata
Terrazzamenti nell'albo del ministero e nelle parole di Sereni

Cinque Terre - Val di Vara - Nel novembre 2012 è stato istituito con decreto del Ministero delle politiche agricole e forestali il 'Registro nazionale dei paesaggi rurali di interesse storico, delle pratiche agricole e delle conoscenze tradizionali'. Un albo nel quale non possono non trovare spazio le Cinque Terre, con un occhio, in particolare, ai terrazzamenti che ne scolpiscono l'antico e prezioso profilo. Così, il Parco nazionale ha deciso di inoltrare domanda per inserire le colture terrazzate nel registro. La candidatura, da formulare nei tempi e nei modi previsti dal 'Programma rete rurale naturale 2014-20' è stata benedetta con apposita delibera dalla giunta direttiva dell'ente di Via Discovolo, composta dal presidente facente funzioni Vincenzo Resasco, sindaco di Vernazza, e dal sindaco di Riomaggiore Fabrizia Pecunia. Nell'atto si sottolinea "l'elevata valenza paesaggistica, storica e culturale del territorio delle Cinque Terre, con particolare riguardo alle pratiche agricole tradizionali". Pratiche tanto caratteristiche quanto - è cosa nota - vittime di una preoccupante rarefazione che, con l'agricoltura, ma anche a veder scemare il presidio di un territorio estremamente fragile.

Di norma ogni anno, entro metà settembre, l'Osservatorio nazionale del paesaggio rurale, delle pratiche agricole e delle conoscenze tradizionali valuta le candidature e decide se queste siano o meno da iscrivere nel registro. Cosa che, nel caso, avviene entro fine settembre con decreto del Ministero delle politiche agricole e forestali. Tre i criteri base che le realtà candidate devono rispettare per spuntarla: unicità, persistenza, integrità.

Il registro, così dal Ministero, "è espressamente dedicato ai paesaggi rurali. Rispetto ai paesaggi e alle bellezze naturali, come definite dalla Legge 1497 del 1939, i paesaggi rurali storici fanno riferimento alla grande famiglia dei paesaggi culturali che il geografo americano Carl Sauer nel 1923 così definisce: Il paesaggio culturale è creato attraverso la trasformazione di un paesaggio naturale operato da un gruppo culturale. La cultura è lo strumento, l’ambiente naturale è il mezzo, il paesaggio culturale, è il risultato. A questa definizione, ma più propriamente per la storia del paesaggio agrario italiano, si affianca quella di Emilio Sereni del 1961: quella forma che l’uomo, nel corso ed ai fini delle sue attività produttive agricole, coscientemente e sistematicamente imprime al paesaggio naturale". Parole tra l'altro preziose - in particolare per una riflessione sul ruolo dell'uomo nel paesaggio, nell'ambiente, nella natura - in questo acceso momento di dibattito circa le sorti del Parco regionale di Montemarcello Magra e Vara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News