Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 13 Dicembre - ore 11.44

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sport e attività senza barriere, inaugurata la "Palestrina" di Ceparana

Sport e attività senza barriere, inaugurata la "Palestrina" di Ceparana

Cinque Terre - Val di Vara - È stata inaugurata ieri pomeriggio la “palestrina”, termine “affettuoso e intimo” coniato dagli addetti ai lavori, con il quale viene identificato lo spazio comunale in Via Indipendenza a Ceparana ricavato dalla riqualificazione di un vecchio magazzino in disuso di proprietà del Comune di Bolano, come ha ricordato commosso il Sindaco Alberto Battilani visionando entusiasta l’avvenuta trasformazione dei preesistenti locali della Pubblica Amministrazione in nuovi ambienti sicuri, salubri, funzionali, confortevoli ed attrezzati per ospitare le attività artistiche e sportive anche di persone diversamente abili.

Il primo cittadino ha tenuto a precisare che la concretizzazione di questo progetto ha conseguito, quale ulteriore e non trascurabile risultato, l’ambito obiettivo di porre in essere tutte quelle azioni utili e necessarie a realizzare il recupero del patrimonio immobiliare comunale attraverso gli adeguamenti tecnici ed economici del caso, a esclusivo carico oneroso dell’O.D.V. “Su La Testa”, praticando la riqualificazione dello stato d’uso e di destinazione degli specifici locali di interesse, con l’esclusivo intento di armonizzare e riequilibrare il collettivo senso civico e lo spirito di appartenenza alla storia ed alle tradizioni del proprio territorio, valorizzandone nel contempo i contenuti sociali e culturali, oltre che per ottimizzare e potenziare l’impiego, il mantenimento e la conservazione del patrimonio pubblico.

La cerimonia inaugurale, con il formale taglio del nastro da parte dei ragazzi frequentanti i laboratori integrati di danzaterapia, è stata preceduta dal rito religioso della benedizione per le dimore e le attività dell’uomo impartita da don Manrico della Parrocchia SS. Annunziata di Ceparana. Dopo una accurata ed appassionata visita ai nuovi ambienti e dopo aver assistito ad una dedicata “lezione aperta” dei ragazzi, i numerosi ospiti si sono recati presso il C.S.E. “Il Nuovo Volo” per la conclusione della cerimonia inaugurale e per la degustazione di un sobrio buffet preparato con puntuale e solidale slancio dalle famiglie delle persone diversamente abili frequentanti il medesimo centro socio educativo. Le persone possono “rendere possibile l'impossibile” quando hanno uno scopo comune e credono in quello che fanno, ha ricordato la dottoressa Enza Famulare Responsabile del C.S.E. “Il Nuovo Volo” di Ceparana rivolgendosi ai tanti intervenuti ed evocando il motto stampato sul gadget preparato dalle persone diversamente abili, coadiuvati dagli educatori e dai volontari della Cooperativa Lindbergh di La Spezia.

Partita da un'idea di Loredana Ferrara Silvestri - socia volontaria dell’O.D.V. “Su La Testa”, ex danzatrice e insegnante, attuale collaboratrice di Zahydee Barreto, Presidente dell' A.S.D. “Danzabilmente” con la quale ha già organizzato corsi e spettacoli di altissimo livello di danzaterapia (“Moving Dance”) e che ora, appunto, potranno agevolmente tenersi in “Palestrina” - l'opera di riqualificazione è stata intrapresa, come ha ricordato Pasquale Giacomobono, solido e lungimirante Presidente dell'Organizzazione di Volontariato “Su la Testa”, con una metodologia di comunità già collaudata in altre progettualità di elevato livello sociale, come ad esempio nella realizzazione e nella gestione del “Parco delle Farfalle”. Sentito, partecipato, caloroso il tributo che è stato riservato a Pietro Silvestri, Vicepresidente dell’O.D.V. “Su la Testa” e Responsabile della gestione dei nuovi locali, intrepido ed instancabile fautore di questa costruzione per il “bene comune” resa possibile proprio dalla contagiosità del bene. In un'epoca in cui hanno l'onore della cronaca solo le brutte e disarmoniche vicende, siamo qui a testimoniare “la possibilità del bene”, ha detto Paola Tivegna Responsabile delle relazioni esterne dell’O.D.V. “Su la testa”.

Grazie alla “chiamata” di Pietro, infatti si è composta una squadra di volontari che hanno lavorato fianco a fianco, giorno e notte, gratuitamente, mettendo a disposizione il proprio tempo libero, le risorse e le altissime competenze (ad esempio: l’Ing. Maurizio Mele; l’Arch. Raffaele Pianura; l’Amm. di Condominio. sig. Lauro Bulla; la Titolare della Ditta di servizi MP Service - sig.ra Mariapaola Petriccioli -; il sig. Giuseppe Fortino; il sig. Michelangelo Martino; il sig. Giuseppe Aresta), e i fornitori di prestazione d’opera e materiali (ad es.: l’A.U. della Lunigiana Costruzioni s.r.l.s. - sig. Salvatore Razza -; l’Imprenditore sig. Danilo Angeli; la ditta CO.MO.EL. dei sig.ri Alessio Colombo e Ivan Monticelli; il Titolare della ditta New Line - sig. Giuseppe Mennillo -; il Tecnico specialista sig. Leandro Parentini; il Responsabile Tecnico dell’Azienda Six Italia - sig. Michele Quartucci -; l’artigiano edile sig. Antonio Stummo). E poi ancora, in maniera proattiva, instancabile, efficace ed efficiente, gli altri due e onnipresenti Consiglieri del Direttivo dell’O.D.V. “Su La Testa”, la Segreteria Marcella Simoncini e il Tesoriere Angelo Caleo, ma anche la socia volontaria Carla Macchini Giacomobono, e il volontario Luiso Diodato, capaci di supportare e sopportare l’oggettiva fatica nella costruzione delle opere e di organizzare con successo l’evento inaugurale dei nuovi locali. Pietro ha sapientemente diretto questa squadra di donne e di uomini di “buona volontà”, ricchi di intelligenza e cuore e così, via via, l’inutile ex deposito è stato sgomberato, sono stati realizzati i pavimenti, riadattate e ritinteggiate le pareti, alloggiati i nuovi infissi e le porte, collocati i condizionatori, riadeguato il servizio igienico sanitario per persone diversamente abili, realizzati i servizi e i confort fruibili da tutti. La realizzazione di questo progetto - ha detto Pietro - si propone come “solido ponte” capace di unire il mondo delle persone diversamente abili con quello delle persone cosiddette “normodotate”, portando questi due gruppi di individui, solo in apparenza diversi tra loro, a contatto l’uno con l’altro, garantendo attraverso la concretizzazione delle opere architettoniche l’attuazione della vera inclusione, anche nelle diverse discipline artistiche e sportive. Così, “la luce ardente del cuore era negli sguardi” di quanti sono stati ringraziati ed omaggiati per l'opera intrapresa e realizzata. La soddisfazione espressa dalle loro commosse parole per aver fornito alla comunità uno spazio in cui diversamente abili e non potranno, infatti, realizzare esperienze comuni di riabilitazione motoria, attività artistiche, quali il teatro e la danza, ludiche, sportive, esperienze insomma volte al benessere psico-fisico, come sempre senza alcuna preclusione di età, di condizione mentale o fisica, resteranno scolpite in maniera indelebile nelle menti e nei cuori dell’intera collettività bolanese. La realizzazione dei nuovi spazi e ambienti artistici e sportivi così come ora assicurati, concretizzano un ulteriore e nuovo strumento di mobilità, mezzo di liberazione, dispositivo di indipendenza, metro e misura della dignità e della libertà individuale, per le persone diversamente abili e non. Questa nuova opportunità di “vita laboratoriale”, aiuta e non limita l’aspirazione, il desiderio, il “sogno”, della persona diversamente abile di praticare la danza, il teatro, le attività sportive e artistiche in generale. È proprio questo il concetto fondamentale del progetto. Il “focus”, infatti, è sulla persona e sul raggiungimento del suo massimo grado di attenzione, sensibilizzazione, dignità, civiltà. “Insieme. Credendoci. Con il lavoro. Si può”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Dove acquisterai prevalentemente i tuoi regali di Natale?












Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News