Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Febbraio - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sentieri protagonisti di un Piano delle opere da oltre mezzo milione

Il Parco nazionale delle Cinque Terre mette nero su bianco i lavori pubblici da mandare in porto.

Muretti, segnaletica, canalizzazione
Sentieri protagonisti di un Piano delle opere da oltre mezzo milione

Cinque Terre - Val di Vara - Ammonta a oltre mezzo milione di euro il valore economico del Piano triennale delle opere pubbliche 2020/2022 approvato nei giorni scorsi dal consiglio direttivo del Parco nazionale delle Cinque Terre, guidato dalla presidente Donatella Bianchi. Le opere del Piano sono due, entrambe schedulate per l'anno 2020. Una consiste nei lavori di manutenzione lungo il Sentiero Verde Azzurro (numero 592 della Rete escursionistica ligure) che collega Corniglia, Vernazza e Monterosso. Il menù degli interventi necessari prevede installazione di cancelli d'ingresso e di canalette in legno per la regimazione delle acque, rifacimento muri a secco, scalini in pietra, porzioni di pavimentazione e parapetti lignei, sostituzione passerella in legno in località Guvano a Vernazza, sostituzione della scaletta in legno con una in pietra in località Acquapendente a Monterosso, installazione di tavolato in legno in corrispondenza dell'accesso al sentiero a Vernazza, infine installazione di cartelli direzionali e pannelli informativi. Un cospicuo insieme di lavori il cui ammontare, si legge nelle carte, è stimato in 267mila euro.

È invece di 385mila la spesa prevista, tra lavori, oneri e spese varie, per l'altra opera inclusa nel Piano, dedicata all'adeguamento della rete sentieristica di collegamento ai tracciati di lunga percorrenza, nell'ambito del progetto integrato 'Turismo attivo' sviluppato in seno al Gal della provincia della Spezia. Si tratta di un'operazione di adeguamento della rete sentieristica, “privilegiando – si legge nel Piano - i tracciati di collegamento ai percorsi di lunga percorrenza (Alta via dei Monti Liguri, Alta Via delle 5 Terre, Sentiero Verde Azzurro, Alta Via del Golfo, Via Francigena) particolarmente attrattivi per gli ambienti attraversati, in modo da costruire la rete fisica di collegamento Mare-Monti-Costa-Entroterra nell'area ubicata nei comuni di Beverino, Bolano, Bonassola, Borghetto di Vara, Brugnato, Calice al Cornoviglio, Carro, Carrodano, Deiva Marina, Follo, Framura, Levanto, Maissana, Monterosso al Mare, Pignone, Riccò del Golfo, Riomaggiore, Rocchetta di Vara, S. Stefano di Magra, Sesta Godano, Varese Ligure, Vernazza, Vezzano Ligure, Zignago”. Questi interventi saranno ovviamente funzionali al miglioramento di percorribilità e fruizione dei percorsi escursionistici, elemento centrale per il turismo odierno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News