Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Maggio - ore 22.41

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pignone è risorta e si guarda al futuro in tre direttrici

Il sindaco Mara Bertolotto racconta il suo Comune a sette anni dall'alluvione.

"serve un'ottica di sistema"
Pignone è risorta e si guarda al futuro in tre direttrici

Cinque Terre - Val di Vara - Pignone, Casale e Villa. L'obiettivo per l'amministrazione comunale è riportarli al decoro. L'alluvione del 2011 in questo Comune della Val di Vara ha portato via tutto: ponti, barriere stradali e asfaltature. Tra le ferite più difficili da sanare la ricostruzione del ponte andato distrutto. A fare il punto è il sindaco del Comune Mara Bertolotto.
"La fase terminale per il ponte vecchio - ha detto- si è proceduto a installare dei cavi che lo proteggeranno da eventuali piene del torrente. E' stato un lavoro complesso, oggi è praticamente finito ed è stato realizzato interamente con malte specifiche e in pietra. In quest'ultima fase abbiamo rialzato i parapetti e posizioneremo in una nicchia votiva una madonnina realizzata da uno scultore del posto".

"In questo mandato - ha aggiunto il sindaco - abbiamo lavorato su tre direttrici. Oltre a sanare le ferite, abbiamo ragionato da un punto di vista organizzativo istituendo un piano di protezione civile per gestire allerte e criticità e la creazione del Coc in Comune. Il terzo aspetto è quello della prevenzione: abbiamo lavorato sulla previsione e progettazione degli interventi da attuare. Su Pignone è previsto l'allargamento dell'alveo e il rifacimento dei ponti. Il progetto c'è già in Autorità di bacino. Nel frattempo a monte dell'abitato di Pignone sono già presenti due briglie selettive per trattenere le piante. A Casale in questo momento è in gara l'abbattimento e il rifacimento del ponte di accesso, con rialzamento degli argini. Speriamo che in primavera possano partire i lavori. Per Villa abbiamo fatto richiesta alla Regione per mitigare il rischio frane e regimare le acque".

"Va contrastato l'abbandono del territorio - ha concluso Bertolotto - e serve un'ottica di sistema perché ogni Comune non può affrontare tutto da solo. Serve un'ente di visione complessiva e territoriale. Le ferite del nostro territorio sono profonde e hanno cambiato le persone. Nonostante tutto la comunità ha resistito è viva e non bisogna mai sottovalutare lo sforzo che hanno fatto per rialzarsi".


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News