Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Maggio - ore 21.23

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Nuove risorse in arrivo, Zignago scongiura il rischio di isolamento | Foto

Sopralluogo dell'assessore Giampedrone e del presidente Cozzani in Val di Vara. A Rocchetta i lavori per il ponte saranno conclusi a maggio, a Vezzola sarà rifatta la strada che rischia di cedere.

Dalla Regione
Nuove risorse in arrivo, Zignago scongiura il rischio di isolamento

Cinque Terre - Val di Vara - La Regione continua a manifestare interesse per la Val di Vara, sotto forma di interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico che si traducono in realizzazione di nuovi ponti e nel ripristino di tratti di strada sconnessi o pericolanti.
Mentre a Borghetto Vara procedono i lavori del ponte sul Pogliaschina, a Rocchetta procedono quelli per il nuovo ponte nei pressi dell'abitato, un investimento da 1,2 milioni di euro messi a disposizione dall'assessore alla Protezione civile e alle Infrastrutture, Giacomo Giampedrone.
Giampedrone che questa mattina ha effettuato un sopralluogo nel cantiere insieme al presidente della Provincia, Giacomo Cozzani, e ai tecnici. La competenza della strada, infatti, sarebbe dell'ente di Via Veneto, ma i lavori, come detto, sono stati sostenuti dalla Regione.
Dopo oltre sette anni dall'alluvione che devastò la Val di Vara l'intervento è finalmente iniziato nei mesi scorsi e si prevede che sarà concluso entro la metà di maggio.
Poco più a valle la strada provinciale che collega Rocchetta a Brugnato è minacciata da alcuni fronti franosi, e per metterla in sicurezza dalla Regione è stato stanziato un altro milione e 700mila euro. Il via ai lavori però non può essere dato, visto che il progetto è al momento bloccato in Salt. Ma Giampedrone è deciso a sbloccare la situazione, pronto anche a commissionare un secondo progetto, onde evitare che lo stallo possa portare a muoversi quando sarà troppo tardi.

La prossima settimana la giunta regionale approverà un pacchetto di risorse pari a circa 3 milioni di euro a favore di strade provinciali e comunali. Si tratterà dell'ultimo stanziamento realizzato con il fondo composto dalle accise regionali sul carburante e sullo Spezzino pioveranno circa 400mila euro: 200mila a favore del cantiere della Ripa, 70mila per la strada provinciale 10 tra Cavanella e Padivarma e 150mila per la strada provinciale 5, in comune di Zignago nei pressi di Vezzola.

"Con questo nuovo ponte - ha dichiarato Giampedrone a Rocchetta - ci sarà un netto miglioramento sotto il profilo idraulico, trattandosi di una struttura concepita con i criteri più moderni, per garantire la sicurezza e la percorribilità da parte di abitanti e di chi percorre la valle per lavoro".
"Molti lavori sono rimasti fermi per anni per i problemi finanziari dell'ente, ma grazie alla Ragion e a Giampedrone si sono sbloccate diverse situazioni. Servirebbero milioni e milioni di euro per sistemare gli oltre 500 chilometri di viabilità provinciale".

Lasciata Rocchetta, l'assessore e il presidente della Provincia, si sono recati a Zignago, dove hanno incontrato il sindaco Simone Sivori.
"Questi 150mila euro - ha aggiunto Giampedrone - non sono una grande cifra, ma sono un segnale di attenzione per frazioni e territori che affrontano grandi difficoltà. La soluzione di questo problema è stata una delle prime richieste del sindaco e sono felice di essere riuscito a soddisfarla con l'ultima tranche delle accise. Siamo in trincea tutti i giorni, ma con impegno, fatica e collaborazione riusciamo a muovere qualcosa".
"Alla Regione possiamo solo chiedere di continuare con questa attenzione nei nostri confronti - ha commentato Sivori -. Abbiamo grandi problemi con i quali fare i conti, primi fra tutti il dissesto e lo spopolamento, che possiamo contenere soltanto con una viabilità migliore e con i servizi. Il nostro Comune deve gestire 40 chilometri di strade, tra comunali e interpoderali, ma non abbiamo le risorse per farlo".
La delegazione si è quindi portata a visionare la ferita lungo la strada, unica via di accesso a Zignago: sarà necessario un consolidamento del fondo stradale per una lunghezza di una quarantina di metri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News