Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Aprile - ore 22.44

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Mille pietre per i terrazzamenti e recuperati 200 ettari alle Cinque Terre

Il Parco si prepara al nuovo piano
Mille pietre per i terrazzamenti e recuperati 200 ettari alle Cinque Terre

Cinque Terre - Val di Vara - Ogni anno vengono distribuite per i muretti a secco mille tonnellate di pietre. Un dato questo che delinea perfettamente la fatica e l'impegno che c'è nel mantenimento del territorio. Negli ultimi tempi si è registrato un ritorno dei giovani sui terrazzamenti in luoghi dove il calo demografico è stato forte, paragonabile a quello della Val di Vara.
Per far comprendere ai visitatori questo impegno il Parco lancia un messaggio: “Non vogliamo soltanto i turisti da cartolina - ha spiegato Scarpellini - . Cerchiamo di portare i gruppi sui sentieri anche per permettere loro di capire l'impegno che c'è dietro a questi territori che sono patrimonio dell'Unesco. In questo modo il turista ha la percezione corretta di come si vive qui”.
Nel recupero dei terreni e nel mantenimento dei terrazzamenti si inserisce il progetto Banca del lavoro, realizzato assieme a Caritas e Carispe, che per il direttore Scarpellini è un fiore all'occhiello di tutto il parco.
“E' stato un successo inaspettato - ha detto - . Tutto è partito dagli anziani, con la Fondazione Manarola, che ci hanno sempre segnalato i punti più critici. Abbiamo attivato questo percorso di formazione rivolto a disoccupati e rifugiati, equamente distribuiti. Oltre al pregevole lavoro fatto sui terreni è stato importantissimo assistere alla perfetta integrazione dei partecipanti. Alcuni di loro sono stati assunti e hanno imparato prima il dialetto manarolese che l'italiano. La Caritas ha creato una cooperativa sociale e noi siamo andati avanti. Dal turismo creiamo un salvadanaio per comprare le ore di lavoro e sul territorio si sono create delle associazioni che mensilmente segnalano i luoghi dove è necessario intervenire e curano i lavoratori. Nel 2017 non ci sono stati giorni in cui non hanno lavorato e per il 2018 potrebbe accadere lo stesso”.

Grazie alla banca del lavoro sono stati recuperati oltre 200 ettari di terreno. “I recuperi sono necessari e con il nuovo piano del parco vogliamo individuare nuove aree sulle quali investire - conclude Scarpellini -. Il nuovo piano del parco nasce dalla base del precedente e gli studi propedeutici sono molto avanti. Adesso stiamo bandendo la gara per il gruppo di lavoro che redigerà le norme per le zonizzazioni corrette. Ed entro un anno e mezzo dovremmo averlo. Dovranno essere fatte delle scelte coraggiose, senza stravolgere l'assetto del parco”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Stagione virtualmente finita in casa Spezia, tempo di bilanci. Chi merita la conferma nel settore tecnico secondo i lettori?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News