Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Aprile - ore 17.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il Parco sostiene la battaglia contro la plastica

L'ente delle Cinque Terre potrebbe presto installare apposite macchinette per scongiurare l'abbandono lungo i sentieri o nelle marine.

Il Parco sostiene la battaglia contro la plastica

Cinque Terre - Val di Vara - Il Parco Nazionale delle Cinque Terre ha da tempo affrontato il problema del consumo e della dispersione della plastica nell’ambiente. Quello dei rifiuti marini, in particolare la frazione plastica, è un fenomeno di rilevanza globale, che ha effetti devastanti non solo sulla biodiversità, ma anche sulla qualità delle acque e degli interi sistemi territoriali. Un fenomeno ancora scarsamente mappato del quale si intuiscono facilmente i pericolosi effetti a breve e lungo termine. Gli studi condotti da numerose organizzazioni in tutto il mondo delineano la plastica in mare come una vera e propria piaga globale. Tra l’altro, le microplastiche, ingerite dai pesci, possono entrare nella catena alimentare umana provocando, come ci si può immaginare, gravi conseguenze. “Un tema che ci preoccupa - dice il presidente facente funzione Vincenzo Resasco – visto il notevole consumo e produzione di residui che deriva dai forti flussi turistici. Il Parco Nazionale è capofila in Medsealitter, un progetto europeo che affronta, con le aree Marine protette del Mediterraneo e istituti di ricerca, sia il problema delle plastiche galleggianti nel bacino mediterraneo e sia il fenomeno, meno visibile ad occhio umano, ma ancora più inquinante e pericoloso, delle microplastiche”.
Nel corso dell’ultima Giunta del Parco Nazionale, che si è riunita ieri, è stata avanzata la proposta di dotare le Marine delle Cinque Terre di appositi strumenti che possano raccogliere e compattare la plastica. Queste “macchinette”, oltre a disincentivare gli abbandoni di materiali plastici quali sacchetti e bottigliette che poi, se non raccolte per tempo, si potrebbero ritrovare in mare, danno anche la possibilità di offrire ai conferitori dei “buoni sconto” che potranno utilizzare per acquistare i prodotti del Parco Nazionale e, in primis, la Cinque Terre Card.
Identica iniziativa riguarderà la rete sentieristica dove questi compattatori funzionanti ad energia solare svolgeranno identico compito evitando, così, abbandoni lungo i sentieri del Parco Nazionale.
“Saranno posizionati agli ingressi del Sentiero Azzurro, l’ex numero 2 - prosegue Resasco - lungo le tratte del percorso denominato SVA 502 . Questo è un primo passo per affrontare il problema - conclude il presidente FF. Vincenzo Resasco - anche se lo scopo finale  che il Parco Nazionale e l’area Marina protetta si prefiggono è di arrivare all’abolizione della plastica ‘usa e getta’ e di favorire, con bottigliette di materiali riciclati e riutilizzabili, l’utilizzo di acqua dalla fontane pubbliche, la famosa acqua del Sindaco”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News