Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 22 Gennaio - ore 22.59

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Filiera locale e "Sarago duro", Parco verso l'intesa con i pescatori

L'ente di Via Discovolo cerca l'accordo con la Piccola pesca di Monterosso per portare avanti un ampio ventaglio di attività.

Filiera locale e `Sarago duro`, Parco verso l´intesa con i pescatori

Cinque Terre - Val di Vara - Tra le novità all'orizzonte in casa Parco nazionale delle Cinque Terre ci sono nuove sinergie per promuovere, tutelare e animare l'area protetta. In questo filone va inserita la proposta di convenzione, di fresca approvazione da parte di Via Discovolo, tra ente Parco, Comune di Monterosso e la monterossina Società coop piccola pesca, presieduta da Giovanni Benvenuto.

L'accordo che sarà sottoposto dalla parte pubblica ai pescatori mette in agenda una serie di precisi obbiettivi: monitoraggio continuo delle condizioni ambientali e socio economiche dell'area marina protetta e delle attività in essa consentite (senza trascurare un'attenta analisi del pescato, in termini di specie e quantità), attività legate a programmi di studio, monitoraggio e ricerca scientifica nei settori delle scienze naturali e della tutela ambientale, supporto al controllo della segnaletica nell'Area marina protetta, educazione ambientale rivolta ai più piccoli (con incontri nelle scuole spezzine), e ancora divulgazione delle tecniche di pesca tradizionali delle Cinque Terre, promozione e valorizzazione dei prodotti ittici locali, diffusione della piccola pesca, pescaturismo e creazione di una filiera del pescato locale a chilometro zero, anche mediante il supporto del marchio di qualità del Parco nazionale. La convenzione elaborata dal Parco ha durata annuale e prevede un contributo di 12.500 euro a favore della Coop piccola pesca.

Tra le situazione che l'accordo prevede di andare ad affrontare, c'è anche quella del 'sarago duro'. In particolare, attraverso l'accordo che intende stringere con la Piccola pesca monterossina, il Parco vuole avviare un'attività di ricerca scientifica rivolta allo studio delle patologie legate alle specie ittiche del genere Diplodus sargus. La cooperativa si impegnerà a prelevare alcuni esemplari di questi pesci da sottoporre ad analisi per l'individuazione dei fattori responsabili del fenomeno dei saraghi dalla consistenza simile - parola degli sventurati che hanno provato tale leccornia - a quella delle gomme di un'automobile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure