Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Agosto - ore 22.31

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Festa del grano alla Val di Vara Gallery di Shopinn

Festa del grano alla Val di Vara Gallery di Shopinn

Cinque Terre - Val di Vara - Nella primavera del 2016 l'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo in accordo con la Rete dei Semi rurali, AIAB Piemonte e la Condotta Slow Food Golfo dei Poeti - Cinque Terre- Val di Vara - Riviera spezzina avviava anche in Val di Vara un progetto sperimentale volto a verificare la possibile reintroduzione di alcune varietà di grani antichi. Sono stati individuati al riguardo quattro campi sperimentali dove poter verificare la crescita dei grani alle diverse altezze altimetriche, l'incidenza di agenti patogeni e la possibilità di incrocio fra varietà diverse. Quando parliamo di grani antichi facciamo riferimento in effetti a frumenti risalenti a fine Ottocento - primi Novecento che sono il risultato di precedenti incroci. In Val di Vara attualmente sono presenti in forma residuale il grano bianco, il Frassineto ed il marzuolo. Di altre varietà è documentata la coltivazione agli inizi del Novecento. Nel primo anno del progetto una equipe di studiosi coordinata dalla professoressa Paola Migliorini della Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo in Piemonte ha seguito passo dopo passo la crescita dei vari grani posti a dimora, alcuni dei quali come il Verna coltivati con successo nella vicina Toscana. L'obiettivo dei progetto che auspichiamo possa continuare negli anni successivi è quello di implementare i campi sperimentali e stabilire quali possono essere le varietà più adatte alla coltivazione alle diverse altitudini. Solo con la implementazione della produzione e con l'utilizzo di un rigoroso disciplinare è possibile pensare in modo concreto al radicamento certo e reale delle produzioni di frumento. Hanno preso parte alla sperimentazione del primo anno del progetto le aziende di Daria Giorgi di Volterra di Torza, Luciano Menoni di Suvero e Franco Isetta di Beverino oltre alla associazione AMAAT di Brugnato.
La conclusione della prima annualità del programma di ricerca vedrà l'incontro di una delegazione dei ricercatori che arriveranno venerdì 7 luglio in Val di Vara e confronteranno i risultati con i produttori stessi. Per partecipare è necessario contattare Andrea Motto, responsabile delle Comunità del Cibo della Val di Vara, al numero 3346803922.

L'evento

SHOPINN BRUGNATO-5 TERRE
Val di Vara Gallery
Sabato 8 LUGLIO – ore 18.00
Presentazione della II Festa dell’Agricoltura … e dei bambini

La Festa, organizzata dalla Associazione AMAAT, avrà luogo domenica 16 luglio a Brugnato nello spazio di via Bertucci con battitura, mietitura e trebbiatura del grano insieme ai bambini e alle loro famiglie. AMAAT aderisce al progetto sperimentale per la reintroduzione dei grani antichi in Val Vara avviato nel 2016 dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e dalla Rete dei Semi rurali in accordo con alcuni produttori aderenti a Slow Food.
I rappresentanti di AMAAT illustreranno l’iniziativa attraverso le immagini della precedente edizione del 2016.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure