Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 14 Agosto - ore 18.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Coltivare e custodire, la difficile arte di voler bene ai nostri monti

di Egidio Banti

Coltivare e custodire, la difficile arte di voler bene ai nostri monti

Cinque Terre - Val di Vara - E’ possibile una “ecologia senza miti”? Ovvero un impegno a “coltivare ed a custodire” i beni della terra senza pregiudizi di carattere ideologico o mode di turno? A questo tema – che per chi si ostina a vivere ed a lavorare in montagna è centrale, ma forse lo è un po’ per tutti – don Sandro Lagomarsini, parroco di Cassego dal 1965, ha dedicato il suo ultimo libro, presso la Libreria editrice fiorentina. Il libro, che raccoglie una serie di articoli usciti negli ultimi anni nelle pagine nazionali di “Avvenire”, è stato presentato alcuni giorni fa nella sala al primo piano della canonica di Valletti, l’edificio nel quale viveva e venne arrestato a fine 1944 l’allora parroco don Giovanni Bobbio, medaglia d’oro della Resistenza. Valletti, in comune di Varese Ligure, è una delle parrocchie affidate a don Sandro, e sin là, per l’occasione, sono salite diverse decine di persone, non solo dalla Liguria. Con l’autore, hanno parlato del libro il geografo e docente universitario Diego Moreno, che ne ha scritto la “post fazione” (la prefazione, invece, è firmata da Massimo Quaini ed è quasi un testamento “spirituale” e scientifico di questo studioso, appassionato della Val di Vara, scomparso di recente), e il giornalista di “Avvenire” Paolo Lambruschi, capo della redazione “interni”. Vivace come sempre, quando c’è di mezzo don Sandro, il dibattito che ne è seguito. I testi, del resto, sono scritti non solo in forma ben comprensibile, ma anche capace insieme, il che oggi non è frequente, di dare informazioni e di fare riflettere. Dai cambiamenti climatici (a Cassego già si trovano specie vegetali prima impensabili a quell’altezza) alla presenza dei lupi, dalla “sballate battaglie contro i mulini” alle occhiute quotidiane minacce della burocrazia, se coltivare può essere facile come un tempo, “custodire” appare più difficile. Ma don Sandro e i suoi ascoltatori non sembrano né rassegnati né rinunciatari. Però, per fare qualcosa di buono, bisogna prima sapere, e capire: è quello che un libro piccolo ma importante ci aiuta a fare...

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News