Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Ottobre - ore 23.58

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cinque Terre, verso un nuovo sistema fognario e depurativo

Nell'ultima seduta del Consiglio direttivo del Parco sono state presentate le prospettive per il miglioramento della qualità delle acque. Insediato il nuovo consigliere Danilo Capellini.

Cinque Terre, verso un nuovo sistema fognario e depurativo

Cinque Terre - Val di Vara - A Manarola, nella sede istituzionale del Parco Nazionale, si è svolto nella mattina di mercoledì 14 ottobre, il Consiglio Direttivo. La seduta ha visto la partecipazione del Presidente Donatella Bianchi, del Vice Presidente Fabrizia Pecunia, e dei Consiglieri Federico Barli, Danilo Capellini, Santo Grammatico, Emanuele Moggia, Chiara Vicini, Francesco Villa e del Direttore Patrizio Scarpellini.

L’incontro istituzionale si è aperto con un minuto di raccoglimento chiesto dalla presidenza e particolarmente sentito da tutti i Consiglieri presenti, per ricordare il Dott. Renato Oldoini, membro del Collegio dei Revisori dei Conti, esponente di spicco del mondo agricolo e storico presidente Confagricoltura della provincia spezzina, scomparso nei giorni scorsi. "Il Parco Nazionale, il Consiglio, perde una figura di grande caratura umana e professionale un riferimento importante per tutte le sfide portate avanti negli anni sul tema della salvaguardia e della valorizzazione del paesaggio vitivinicolo delle Cinque Terre. Lo ricorderemo sempre per l’immenso contributo umano e professionale che ci ha voluto riservare".

La seduta è proseguita con la presa d’atto della nomina a nuovo consigliere dell’architetto Danilo Capellini che subentra su designazione del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

L’ordine del giorno è entrato nel vivo con la ratifica dei provvedimenti presidenziali su progetti e interventi finalizzati alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici (Provvedimenti Presidenziali n. 10 del 10.09.20209 e n. 11 del 11.09.2020); ratifica che trova eco in due proposte distinte elaborate dal Parco, inserite nell’ambito dei programmi promossi dal Ministero dell’Ambiente.


All’interno del programma “Aree marine protette per il clima 2020”, il Parco approva la proposta di progetto sperimentale volto all’impiego di unità nautiche a propulsione elettrica destinate allo svolgimento delle attività connesse al monitoraggio, al servizio, alla gestione dell’Area Marina Protetta delle Cinque Terre, con relative stazioni di ricarica.


La seconda proposta avanzata dal Parco si inserisce nell’ambito del Programma “Parchi per il Clima 2020” e ha come obiettivo l’efficientamento energetico dell’Ostello di Corniglia, di proprietà del Comune di Vernazza e in gestione al Parco, oltre che la realizzazione di una pista ciclopedonale nelle gallerie ferroviere dismesse, presenti nel territorio del Parco e di collegamento ai territori limitrofi.


"Il Parco delle Cinque Terre vuole essere un modello di sostenibilità e innovazione sia a livello nazionale che per il territorio: i programmi ratificati dal Consiglio direttivo di ieri vanno in questa direzione e si inseriscono nei bandi presentati lo scorso mese di luglio dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa», commenta così la presidente Donatella Bianchi a proposito di due tra i punti all’ordine del giorno.

Il consiglio è proseguito con la restituzione da parte della presidente Bianchi degli esiti emersi dal tavolo tecnico istituzionale sulla depurazione svoltosi il giorno 12 ottobre scorso alla presenza di Provincia della Spezia, Parco Nazionale e Comuni delle Cinque Terre, per dare il via al programma di riqualificazione ambientale mirato all’ammodernamento del sistema fognario-depurativo delle Cinque Terre. Nel corso del tavolo tecnico i responsabili di Iren/Acam hanno presentato le varie ipotesi tecniche al vaglio che saranno poi approfondite con studi di fattibilità e per i quali sono stati richiesti ulteriori approfondimenti al fine di valutarne la sostenibilità anche in termini di impatto ambientale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News