Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Novembre - ore 23.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Castanicoltori s'incontrano a Carro: "Il nemico peggiore è l'abbandono dei boschi"

Castanicoltori s´incontrano a Carro: `Il nemico peggiore è l´abbandono dei boschi`

Cinque Terre - Val di Vara - Sabato 18 novembre i castanicoltori della Val di Vara si ritrovano a Carro, in Alta Val di Vara, per un incontro dedicato al tema del castagno, alle sue patologie e alle prospettive future.
L'iniziativa è curata dalla Condotta Slow Food Golfo dei Poeti - Cinque Terre - Val di Vara - Riviera spezzina in collaborazione con il Comune di Carro e la Comunità del Cibo dei castanicoltori della provincia spezzina. Porteranno il saluto il sindaco di Carro Tony Solari, il presidente della Condotta Andrea Motto e il responsabile della Comunità del Cibo Franco Andreoni.
Alle 11 ritrovo presso il Comune di Carro con proseguimento fino al castagneto della azienda Boscosepponi di proprietà di Maurizio Canessa e Silvia Bonfiglio per parlare insieme agli esperti delle principali malattie del castagno. Superata in parte la criticità rappresentata dal cinipide rimangono altre malattie che colpiscono questa pianta a partire dal male dell'inchiostro. Come rileva spesso Franco Andreoni, decano dei castanicoltori, il nemico peggiore è l'abbandono del territorio. Oggi sopravvivono nel territorio spezzino ben quindici varietà di castagne: parlare di una varietà rispetto all'altra è riduttivo e fuorviante in quanto l'obiettivo primario e concreto è intervenire sui castagneti, recuperarli con idonea potatura e fare innesti dove possibile. Il tutto non è frutto di improvvisazione ma di interventi programmati.

Da anni la Comunità del Cibo dei castanicoltori che vede l'impegno di numerosi produttori non esclusivamente hobbisti interviene con iniziative di formazione sulle metodiche di innesto e ha collaborato con l 'Ispettorato per l'agricoltura della Regione Liguria per l'individuazione delle aree di maggiore criticità per la presenza del cinipide. Sotto questo aspetto dobbiamo ringraziare Franco Andreoni per la passione mostrata in questi anni. A lui va il ringraziamento dei castanicoltori e della associazione Slow Food. Sabato 18 novembre sarà l'occasione per realizzare il piccolo sogno di Franco con la realizzazione di una specifica associazione che supporterà la Comunità del Cibo. "Si avvia la fase, auspicata per tutte le Comunità del Cibo - dichiara il presidente della Condotta Andrea Motto - di passare dall'aspetto educativo rappresentato dalla Comunità ad un soggetto che sappia agire concretamente per la presentazione di progetti e la partecipazione a bandi, l'Associazione appunto.
Nella Giornata di studio interverranno Ivo Poli, presidente della Associazione nazionale Città del Castagno, Paola Caffa, agronoma e Walter Baruzzo, funzionario della Regione Liguria che ha seguito in questi anni nella provincia della Spezia l'attività rivolta al contrasto al cinipide. Con loro discuteranno anzitutto i castanicoltori ai quali è rivolta l'iniziativa.
Per il programma vedi locandina allegata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure