Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 24 Settembre - ore 22.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Boschi gonfiati di prede per i cacciatori, oltre 2mila tra fagiani e pernici

Numerosi territori comunali ne riceveranno trenta, altri molti di più: Varese ligure, con cento fagiani, sarà il posto più rifornito.

Boschi gonfiati di prede per i cacciatori, oltre 2mila tra fagiani e pernici

Cinque Terre - Val di Vara - Si avvicina in Liguria l'apertura della stagione della caccia. Domenica prossima, 17 settembre, si potrà cominciare a sparare a cinghiale, lepre comune, coniglio selvatico, quaglia, tortora, pernice rossa, starna, fagiano, germano reale, pavoncella, gallinella d'acqua e altri volatili, compreso quel beccaccino reso famoso da 'Up!', uno dei capolavori del cinema d'animazione degli ultimi anni. Alcune specie dovranno attendere ottobre (la volpe, per esempio) o novembre per incontrare pallini e pallettoni. L'apertura delle danze venatorie vede l'Ambito territoriale caccia della Spezia effettuare alcune immissioni di selvaggina nel territorio spezzino, cosicché i cacciatori di casa nostra possano trovare boschi carichi di prede.

Domani, mercoledì 13 settembre, l'Ambito caccia immetterà nello Spezzino 1.860 fagiani. Dalla Val di Magra alla Val di Vara, dal Golfo alla Riviera e alle Cinque Terre. Numerosi territori comunali ne riceveranno trenta, altri molti di più: Varese ligure, con cento fagiani, sarà il posto più rifornito. Novanta per Beverino, Rocchetta, Riccò, Zignago, Levanto, Ortonovo, Santo Stefano e Sarzana, sede della contestata 'Fiera degli uccelli'.

Giovedì 14 settembre i venatores dell'Ambito si ritroveranno di prima mattina dietro l'autogrill di Brugnato immettere pernici in Val di Vara. Cinquecento in tutto. Cinquanta casse da dieci volatili. Centotrenta saranno sparpagliati in quel di Zignago, cento nel vasto territorio di Varese ligure. Pratica inutile e crudele o tradizione millenaria non priva di valore culturale o ambientale? Il dibattito va avanti. Intanto la caccia spezzina riapre con una sostanziosa iniezione di morituri volanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure