Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 04 Aprile - ore 09.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Allargamento del Parco: Luni c'è, Riccò temporeggia, Pignone si tira fuori

Alla riunione di questa mattina ha presenziato solo Castelnuovo. Figoli: "Favorevole ma aspetto la riforma", Barcellone: "Idea di non entrare era già nel programma elettorale".

Cinque Terre - Val di Vara - “Nella nostra assenza non c'è nulla di politico, oggi non siamo riusciti ad essere presenti ma incontreremo l'ente appena possibile”. Così a CdS il sindaco di Luni Alessandro Silvestri in merito all'assenza di rappresentanti del Comune alla riunione tenutasi nella sede del Parco di Montemarcello Magra Vara in merito all'allargamento dei suoi confini a quattro comuni, procedura partita nel 2014. Fra questi infatti era presente solo quello di Castelnuovo e se il forfait lunense è stato determinato dall'impossibilità di sindaco e assessori a partecipare, per quanto riguarda le altre due amministrazioni le posizioni sono differenti.

“Sono arrivato da poco, sono qui da sei mesi e prima di portare avanti la cosa dovrei comunque parlarne con la maggioranza e il consiglio – spiega Ivano Barcellone, sindaco di Pignone – inoltre fra i punti del mio programma ne avevo messo uno riguardante la volontà di non entrare nel Parco quindi ho preferito evitare. Non siamo contro nessuno – puntualizza il sindaco – ma da parte nostra la cosa non va avanti e non vogliamo modificare la situazione attuale. Geograficamente parlando ci sentiamo inoltre molto più legati all'alta Val di Vara e alle Cinque Terre che alla Val di Magra, non abbiamo nessuna attinenza. Pignone – aggiunge Barcellone – fa già parte di Natura 2000 ed è già nell'Unesco anche con la località Puin quindi è già abbastanza tutelato”.

“Non sono riuscito a partecipare e me ne scuso con il Parco – afferma invece Loris Figoli, sindaco di Riccò del Golfo – detto questo finché non sarà completata la road map per la riforma del Parco io non farò domande per entrare. Questo ovviamente prescinde dalla mia assenza odierna però sto aspettando che siano chiuse tutte le questioni aperte perché dal punto di vista culturale e di tutela ambientale il nuovo Parco che verrà mi vedrà sicuramente partecipe. Ho i tratti di Caresena – spiega- che vanno protetti e tutto il tema dei corsi d'acqua che dalle Cinque Terre mi arrivano giù con le cascate, però non posso pensare di entrare in una situazione che non è chiara. Quando sarà definita la riforma io ci sarò”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News